mercoledì 17 marzo 2021

Torta orzo


Questa è una delle più sane golosità che conosca, è un dolce fresco ed appagante, quello che cerco quando le temperature si alzano un po' e vorrei gustarmi qualcosa dal frigorifero. 
Utilizzare farine alternative al frumento è sempre preferibile, io spesso scelgo varianti più salutari. L'orzo in particolare è un cereale rinfrescante e molto ricco di proteine, sali minerali e fibre. Risulta molto utile a chi non digerisce bene in quanto stimola la produzione di succhi digestivi prevenendo la stitichezza. E che dire del gonfiore? Perfetto per chi si sente spesso gonfio come un pallone, in più accelera il metabolismo e le fibre insolubili che contiene regolano glucosio e preservano la salute del cuore. 
L'ho già detto che è superdivinamente goloso??


n.b. l'orzo contiene glutine, attenzione: non è adatto ai celiaci.

TORTA ORZO

INGREDIENTI:
  • 250 gr. di farina di orzo integrale
  • 3 uova
  • 100 gr. di zucchero di canna integrale
  • 50 g di olio di vinacciolo o EVO leggero
  • 180 ml. di latte di vegetale non zuccherato (soia o mandorla)
  • ½ baccello di vaniglia o un cucchiaino di estratto
  • 2 gr. di sale
  • 20 gr. di lievito per dolci
  • 200 ml. di caffè d’orzo
  • 250 gr. di crema di nocciole e cioccolato
  • zucchero a velo q.b.
PREPARAZIONE:
Montate le uova con lo zucchero e i semi estratti dalla bacca di vaniglia, fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. Mescolate la farina con il lievito e il sale. Continuando a montare aggiungete a filo l’olio e il latte vegetale, dopodiché, aiutandovi con una spatola, unite la farina con il lievito. Rivestite con la carta forno uno stampo da 22-24 cm. e riempitelo con l’impasto.

Cuocete la torta in forno caldo a 180° per 35-40 minuti. Sfornatela e lasciatela intiepidire; rimuovete lo stampo e fate raffreddare su una gratella.

Non appena sarà fredda, tagliatela a metà, bagnate i dischi con tutto il caffè d’orzo freddo e farcitela con la crema alla nocciola e cioccolato.

Decoratela con una spolverata di zucchero a velo sulla superficie.

lunedì 25 gennaio 2021

Cavolfiore al forno

Sapete, quando desidero qualcosa di particolarmente saporito ma allo stesso tempo sano e veloce, nella stagione invernale lascio quasi sempre al mio forno il lavoro sporco... mi basta lavare ed affettare le verdure, aggiungere qualche spezia e il gioco è fatto... mi avanza ancora tempo per terminare gli ultimi impegni del tardo pomeriggio... giusto prima dell'ora di cena. Eh sì di solito prediligo le infornate a quell'ora, mi danno più soddisfazione e credetemi con un pizzico di organizzazione si possono servire piatti supergustosi! E' vero... non tutti hanno la fortuna di rientrare a casa dal lavoro prima delle 19, ma se al mattino abbiamo preparato la nostra teglia di cavolfiore, sarà sufficiente al rientro infornare per una mezz'oretta.. il tempo di una doccia... e sarete grati per l'ottimo risultato.
Il cavolfiore mi piace, lo consumo spesso, si presta benissimo a mille preparazioni, questa versione speziata però è la mia preferita... 

Con gli eventuali avanzi e un po' di liquido caldo, frullo il tutto e mi gusto un'ottima vellutata per il pranzo del giorno dopo... fantastico no?!

CAVOLFIORE AL FORNO

INGREDIENTI per 4-6 persone:

  • 1 cavolfiore (600-700 gr.)
  • 1 cucchiaino di curcuma in polvere
  • 1 cucchiaino di cumino in polvere
  • 1 cucchiaino di curry
  • ½ cucchiaino di zenzero in polvere o fresco grattugiato
  • 1 cucchiaino di origano
  • 1 testa d'aglio
  • 4-5 foglie di salvia
  • 1 cucchiaino di sale
  • 50 ml. di olio EVO
PREPARAZIONE:
Lavate il cavolfiore, eliminate le foglie e parte del torsolo centrale. Adagiate il cavolfiore sul tagliere e tagliate delle fette spesse circa un centimetro. 
Rivestite una teglia con la carta forno e disponete le fette di cavolfiore una vicina all'altra senza sovrapporle. Tagliate la testa d'aglio in due parti e sistematele nella teglia, aggiungete anche le foglie di salvia.

In una ciotola riunite tutte le spezie, il sale e l’olio evo, amalgamate tutto molto bene con un frustino e, con l’aiuto di un pennello, cospargete il composto sulle fette di cavolfiore.
Cuocete in forno caldo a 200 gradi per circa 30-40 minuti.

sabato 26 dicembre 2020

Crostatina di Natale

Il Natale arriva sempre. Nonostante tutto, anche quest'anno che fatico a definire, eccolo ritornare... per fortuna è qui a ricordarci che c'è ancora speranza per quello che verrà, che stare insieme ed essere grati è necessario per il nostro benessere, anche se ancora in molti pensano di non aver nulla per cui ringraziare. 
Ho sempre creduto che condividere cose, pensieri e soprattutto il proprio tempo con le persone che sentiamo più vicine sia il vero spirito di questi giorni, ciò che regala più pace in assoluto. 
Tante volte ho scritto la parola "condividere" qui sul blog, già... sono sicura che le ricette siano tra le cose più condivise in assoluto e a Natale si sa, i dolci sono consentiti a tutti!  
Questa è la Crostatina di Natale realizzata in occasione delle feste, ricca di frutta secca e in guscio, speziata e dolce al punto giusto, perfetta al risveglio il giorno di Natale o di Santo Stefano, quando sentiamo forte il desiderio di indugiare nella lentezza e nella leggerezza dei giorni di festa, dove il tempo sembra dilatarsi e regalarci tanti momenti in famiglia. Natale è donare... partiamo dal nostro tempo, tanto prezioso e che spesso dimentichiamo essere il regalo più grande per chi è solo. 

Buon Natale e buone feste a chi legge, con tutto il cuore.


CROSTATINA DI NATALE

INGREDIENTI per 6 crostatine:

Pasta frolla
  • 250 gr. di farina tipo 1
  • 50 gr. di farina di mandorle
  • 50 gr. di zucchero di cocco
  • 4 gr. di lievito per dolci
  • 80 gr. di burro
  • 2 uova
  • 1 limone bio (la scorza grattugiata)
  • 2 gr. di sale
Farcia:
  • 300 gr. di frutta disidratata (fichi, albicocche, datteri, uva passa, mirtilli, lamponi)
  • ½ mela
  • 50 gr. di gherigli di noci
  • 1 arancia bio
  • 1 limone bio
  • 1 cucchiaino di spezie in polvere (cannella, cardamomo, anice stellato, noce moscata)
  • 1 cucchiaio di vino passito
  • zucchero a velo q.b. (decorazione)
PREPARAZIONE:
Pasta frolla: nella ciotola della planetaria (con la foglia) mettete la farina, la farina di mandorle, il lievito, il sale, la scorza del limone e il burro freddo a pezzi; fate girare la macchina fino a "sabbiare" il composto, unite poi lo zucchero e le uova leggermente sbattute. Appena si sarà formato l'impasto, avvolgetelo in una pellicola e conservatelo in frigorifero per 2-3 ore.

Tritate grossolanamente la frutta disidratata e i gherigli di noci, sbucciate la mela e tagliate anch'essa a dadini. Sistemate il tutto in una terrina, aggiungete la scorza grattugiata degli agrumi, il succo di ½ arancia, il vino passito e le spezie. Lasciate riposare 30 minuti.

Trascorso il tempo di riposo della pasta frolla, imburrate le formine e rivestitele con la frolla, bucherellate la superficie e distribuite all'interno il ripieno. Con un coppa pasta rotondo ricavate il coperchio, tagliate il centro con uno stampino a forma di stella, appoggiate il coperchio sopra le crostatine e sigillate il bordo con le dita.

Cuocete in forno caldo a 180° per circa 20-25 minuti, fino a doratura. Lasciate raffreddare e spolverizzate con lo zucchero a velo.

N.B. per fini fotografici ho riempito le stelline con della confettura di fragole. 

lunedì 26 ottobre 2020

Pancarrè integrale all'uvetta


Quando si dice "Comfort food"... Il pane lo è, certo che lo è! Almeno nel mio caso, niente sa confortarmi più del profumo di un buon pane appena sfornato. 
La casa prende vita e si respira gioia di vivere. La sensazione che qualcuno si stia occupando di noi.
Sorrido nell'attesa di gustarmi la prima piccola fettina... ma l'attesa non fa per me, non appena esce dal forno chi resiste?... Mi scotto pure le mani... ed eccola qui, ora ci metto sopra un filo di olio extravergine e mi godo questa calda bontà. Se consideriamo che questa cosa accade almeno due volte la settimana, si può dire che ho ben due occasioni in più per essere felice;-)
Oggi è toccato al pancarrè con l'uvetta, un pane piuttosto morbido e profumato. Non trovo difetti, lo amo follemente, soprattutto di prima mattina, bello tostato e arricchito con un velo di crema di arachidi oppure di marmellata di sambuco. Anche con la ricotta è eccezionale! 
L'uva passa è altamente energetica e soprattutto alcalinizzante, un toccasana per tutti noi!
Contiene un mucchio di antiossidanti, fibre, sali minerali... un vero aiuto per chi pratica sport, ma anche per chi soffre di stanchezza.. e con il cambio di stagione che stiamo attraversando ne abbiamo tutti un gran bisogno.



PANCARRÈ ALL'UVETTA

INGREDIENTI:

  • 500 gr. di farina semi integrale (tipo 2)
  • 270 gr. di acqua
  • 6 gr. di lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaino di miele
  • 5 gr. di sale
  • 30 gr. di olio E.V.O.
  • 200 gr. di uva passa
PREPARAZIONE:
Ponete l’uva passa in una ciotola e copritela con acqua tiepida per farla rinvenire.
Miscelate l’acqua, il lievito e il miele nella ciotola della planetaria (utilizzando la foglia), unite metà della farina e l’uva passa scolata e risciacquata. Dopodiché unite il sale e aggiungete man mano altra farina. Non appena l’impasto inizia ad incordare montate il gancio, unite l’olio e a poco a poco il resto della farina. Lavorate fino a quando l’impasto risulterà liscio e compatto. Formate con le mani una palla e ponetela a lievitare per circa 2-3 ore in una ciotola coperta (fino al raddoppio).

Trascorso il tempo, rovesciate l'impasto sul piano da lavoro leggermente infarinato, sgonfiatelo con le mani, formate un rettangolo e piegatelo a portafoglio (vedi foto sotto). Capovolgetelo, rimettetelo nella ciotola e copritelo, lasciatelo riposare 30 minuti. Dopodiché, tiratelo delicatamente con il matterello e formate un rettangolo della larghezza dello stampo, arrotolatelo in modo da formare un cilindro e sistematelo in uno stampo da plum-cake rivestito con carta forno.

Lasciate lievitare per circa un'ora in forno spento con la luce accesa, fino a quando l’impasto supererà di circa 1 centimetro il bordo dello stampo. A questo punto scaldate il forno a 200° e infornate il pancarrè per circa 30 minuti.

Sformatelo e lasciatelo raffreddare su una gratella.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...