mercoledì 5 gennaio 2011

Cipolline agrodolci

Cipolline agrodolci
"E ora che noia però! Smettiamola un po'..." tutti a dieta, appesantiti, presi dai sensi di colpa per le grandi abbuffate degli ultimi giorni... si sà, è così ogni anno... il Natale! C'è chi siede davanti ad un piatto di finocchi sconditi o ad un brodino depurante e poi litiga con tutto l'ufficio per la frustrazione che ne deriva. Io sono per la leggerezza, sicuramente. Ma non ho intenzione di rinunciare ad un po' di gusto e di intristirmi per qualche etto in più... che fare? Invento piatti semplici e stuzzicanti (non noiosi) che pian piano mi riporteranno a godermi dinuovo le mie pastasciutte (non potrei vivere senza carboidrati per più di due giorni!!!). Ultimamente passo del tempo preparando conserve di ogni tipo; c'è n'è bisogno visto che in questo ultimo periodo ho dato fondo anche alla dispensa che oggi sembra un posticino buio e solitario, occupato solo da qualche vasettino sfigato (rimasto in attesa di un momento di svogliatezza ai fornelli della sottoscritta).
E' arrivato il momento delle cipolline, sempre apprezzate in casa mia e, lo confesso, sbocconcellate spesso nell'attesa che cuocia la pasta... (quante volte sono arrivate in mio soccorso lo scorso anno!!!!).
Depurano no? Così dicono...
A proposito, Buon 2011!!!!!!!!

Cipolline agrodolci

CIPOLLINE AGRODOLCI

INGREDIENTI per 10 vasetti:
  • 3 kg. di cipolline (io ho usato le Borettane)
  • 1 litro di aceto di mele
  • 1 litro di acqua
  • 2 bicchieri di olio EVO
  • 2 cucchiai di sale
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • Alloro q.b.
  • Timo q.b.
PREPARAZIONE:
Sbucciate le cipolline e sciacquatele sotto l'acqua corrente. Mettete in una pentola l'aceto di mele, l'olio, l'acqua, lo zucchero, il sale e una foglia di alloro. Portate a bollore, aggiungete le cipolline e cuocete per una decina di minuti; dopodiché scolatele conservando il liquido di cottura e fate raffreddare il tutto.
Sterilizzate i vasetti di vetro (vuoti e senza coperchio) nel microonde per 5 minuti alla massima potenza, fateli raffreddare e riempiteli con le cipolline aggiungendo anche una foglia di alloro e un rametto di timo in ogni vasetto; infine coprite tutto con il liquido di cottura. Chiudeteli e conservateli in un luogo fresco e buio per un mese prima di degustare.

12 commenti:

  1. WOW anche l'etichetta personalizzata, che chic"eria" ^__^ Ne mangerei a chili di cipolline così, mi fanno impazzire. Un bacione, auguri ancora di buon anno

    RispondiElimina
  2. Sembra facile, quasi quasi ci provo!

    RispondiElimina
  3. MA che belle le tue etichette.... grazie per la ricetta...e sono d'accordo con te... ok alla dieta e alla leggerezza dopo le feste...ma con gusto e sfizio...bacioni e tante cose belle per l'anno nuovo,ciao Flavia

    RispondiElimina
  4. mamma mia!!! uffi, le voglio pure io! che buone che sono!

    RispondiElimina
  5. che sciccheria! quindi più ne mangi meglio è!!allora si che fanno per me!

    RispondiElimina
  6. Roby, ma quanto sono buone le cipolline preparate così?!? anche in casa mia capita di spiluccarne qualcuna prima di cena :-)D Bell'idea quella dell'aceto di mele, mi sa che ci sta meglio di quello "normale" e dona un'aroma in più... brava!
    Una sola domanda: perchè non invasi a caldo?
    Grazie e baci

    RispondiElimina
  7. @Fede: eh sì, le etichettine le mettiamo su tutte le nostre "produzioni"... ci diamo un certo tono... scherzo naturalmente, solo per il gusto di vedere i vasettini tutti insieme belli ordinati. Bacio, ancora auguri anche a te!

    @Passiflora: non sai quanto è vero!!! Provaci, avrai le tue soddisfazioni... grazie cara a presto!

    @EliFla: grazieeeeee! Leggi sopra... siamo maniaci delle autoproduzioni... bacioooo

    @Eleonora: se passi dalle mie parti, te ne conservo un barattolino eh?

    @lucy: ah certo!!! Diuretiche lo sono, depurative anche... ma l'alito ne risente un po'!!! Che dici? Baci

    @Ale: Ciao Ale, devi sapere che la ricetta è quella di mia nonna che le prepara in questo modo da mezzo secolo... lei ci mette l'aceto di vino però ma a me sembrava troppo forte... per l'invasamento a freddo devo dire che faccio così come lei mi ha insegnato, non c'è un vero motivo!
    Alla prossima, un abbraccio.

    RispondiElimina
  8. Che bei barattolini d'autore! Chissà che prima o poi non diventerà un Trade Mark...
    Beh, dai... un po' di leggerezza in più ci sta, ma perchè ne sentiamo il bisogno...
    Personlamente adoro l'agrodolce e visto che hai "vinto" un assaggio dell'ingrediente misterioso... tu porta le cipolline! :D
    Oddio... non che stiano bene insieme, ma...

    RispondiElimina
  9. Grazie Roby, pensavo ci fosse un motivo particolare per l'invasamento a freddo. La prossima volta voglio provarle anch'io con l'aceto di mele :-)
    Buona serata!

    RispondiElimina
  10. Ottime e che bella l'etichetta personalizzata! Buona serata

    RispondiElimina
  11. Io adoro i sapori agrodolci e certamente c'é bisogno di alleggerire un poco dopo le feste di questo periodo! Ma senza rinunciare al gusto... :) Mi piace l'idea di questi cipolline, ottimo!! :D (e il vasetto è supercarino!!!)

    RispondiElimina
  12. Che bella questa ricetta per le conserve, graziosa anche la foto
    felice giorno ciao

    RispondiElimina

Se desideri lasciarci un commento, saremo felici di risponderti. Grazie per la tua visita.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...