mercoledì 18 marzo 2015

Torta mousse di cioccolato e amarene

Torta mousse di cioccolato e amarene
Se amate il cioccolato, sicuramente parliamo la stessa lingua. Se poi è quello fondente a rubarvi il cuore, il perchè ne siate attratti o forse... dipendenti è un'ovvietà. Regala gioia ad ogni assaggio e il suo profumo è il più penetrante che conosca. A me fa sorridere sempre.
Ad essere sincera lo prediligo sotto forma di cioccolatino o barretta... creme da spalmare, mousse e gelato non fanno per me, ma oggi ho fatto un'eccezione, una dolcissima eccezione direi. 
La torta moderna mi piace, ha un aspetto elegante e di classe, quindi perchè No? Oggi me lo godo così.

Torta mousse di cioccolato e amarene

TORTA MOUSSE DI CIOCCOLATO E AMARENE

INGREDIENTI per 6-8 persone:

Biscuit al cacao:
  • 3 uova
  • 80 gr. di zucchero di canna
  • 50 gr. di farina 00
  • 15 gr. di cacao
  • 30 gr. di burro
  • 3 frutti di cardamomo
  • 2 gr. di sale
Mousse al cioccolato:
  • 200 gr. di cioccolato fondente al 60%
  • 500 gr. di panna da montare
  • 10-12 amarene sciroppate
Decorazione:
  • cacao in polvere q.b.
  • 3 amarene sciroppate
  • 3 frutti di cardamomo
  • placchette di cioccolato q.b.
  • cubetti di bisquit
PREPARAZIONE:
Biscuit: estraete i semini dai frutti del cardamomo e riduceteli in polvere insieme allo zucchero con un macina caffè; fate fondere il burro a fuoco lento in un pentolino (o se preferite nel microonde). Scaldate le uova in un tegame fino a quando non raggiungeranno i 45°C, trasferitele nella ciotola della planetaria, aggiungete il sale, lo zucchero con il cardamomo e montate con la frusta fino a quando risulteranno bianche e spumose. Prelevate due cucchiaiate della montata e aggiungetele al burro fuso, mescolate per amalgamare, quindi versate il composto nel resto della montata. A questo punto, dopo averli setacciati, aggiungete la farina e il cacao, unendoli in tre volte nel composto, mescolando con una spatola dal basso verso l’alto. Versate l’impasto al centro di una teglia ricoperta di carta forno e con l’aiuto di una spatola, livellatelo fino ad un altezza di circa mezzo centimetro. Cuocete in forno a 200° per 8 minuti. Lasciate raffreddare il biscuit e con l’aiuto di un anello d’acciaio ricavate un disco di 20 centimetri di diametro.

Mousse: sciogliete il cioccolato a bagnomaria (o se preferite nel microonde) e tenetelo da parte. Semimontate la panna e aggiungetene una parte al cioccolato fondente mescolando con una fusta; incorporate poi delicatamente il resto della panna. Unite infine  le amarene sciroppate. 
Inserite il biscuit al cacao sul fondo di un anello di acciaio da 20 centimetri di diametro, riempite con la mousse al cioccolato e amarene creando con un cucchiaio delle piccole fossette sulla superficie. Ponete in frigorifero per almeno 3 ore prima di servire. 
Togliete la mousse dall'anello, spolverizzatela con il cacao e decorate i bordi con placchette di cioccolato; ultimate la superficie con amarene, cardamomo e cubetti di biscuit. 

giovedì 19 febbraio 2015

Fusilli vegetariani di farro

Fusilli vegetariani di farro
Se devo scegliere, mi concedo sempre un piatto unico. Se poi è a base di pasta, tanto meglio, ne sono innamorata. Non c'è miglior cosa che trovarsi di fronte a un piatto ricco di tanti ingredienti sani, gustosi e colorati. Nuova energia per corpo e mente, come i fusilli vegetariani di farro... solo a guardarli mi mettono di buonumore. Perchè per me, una vita felice è ricca di tanti colori. Enjoy your meal!
Fusilli vegetariani di farro

FUSILLI VEGETARIANI DI FARRO

INGREDIENTI per 4 persone:
  • 300 gr. di fusilli di farro
  • 1 broccolo romanesco
  • 20 olive taggiasche denocciolate
  • 1 arancia 
  • olio EVO q.b.
PREPARAZIONE:
lavate ed eliminate i gambi dal broccolo, dividete le cime e cuocetele al vapore per circa 10 minuti. A questo punto, con un minipimer, riducete in crema la metà del broccolo (unendo un po' di acqua di cottura se risultasse troppo spessa) e regolate di sale. Riempite una pentola di acqua e portatela ad ebollizione, salatela e cuocete i fusilli al dente. Scolate e condite con la crema, le cimette del broccolo, le olive taggiasche e un filo di olio EVO. Grattugiate infine la scorza d'arancia direttamente nel piatto di servizio.


domenica 8 febbraio 2015

Crostata rustica mele e rosmarino

Crostata rustica mele e rosmarino
Se state cercando un sapore alternativo o una variante speciale alla Vostra Crostata di Mele, quella che vi appartiene e accompagna da sempre, oppure che faceva la vostra mamma quando eravate piccini e che sicuramente vi prepara ancora adesso quando andate a trovarla.. siete capitati nel posto giusto. Facile a stupire questa versione, perchè preparata con un ingrediente che in pasticceria non è per niente usuale, affatto direi. Il Rosmarino. Il goal l'ha fatto il mitico Ernst Knam, mica io! Con la sua Crostata di mele al rosmarino è riuscito a spingersi più in là con la fantasia dimostrando che così facendo si possono ottenere ottimi risultati. 
Adoro le sue torte, ne ho provate un numero interessante e le mie preferite le preparo spesso perchè risultano di facile realizzazione pur essendo innovative. Cosa volere di più? 
La mia versione è simile all'originale per l'utilizzo della crema frangipane con mele e rosmarino su un guscio di pastafrolla, ma per il resto ho fatto a modo mio, lasciandomi guidare dalle mie preferenze.
Il dolce c'è, e anche se è ormai sera...  "Buona Domenica"!
Crostata rustica mele e rosmarino 

CROSTATA RUSTICA MELE E ROSMARINO
(Ricetta di Ernst Knam rivisitata)

INGREDIENTI per stampo da 22 cm.:
  • 3 mele renette
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
  • 1 rametto di rosmarino
Pasta frolla:
  • 200 gr. di farina semintegrale
  • 100 gr. di burro
  • 70 gr. di zucchero di canna
  • 4 gr. di lievito per dolci
  • 1 uovo
  • 1 bacca di vaniglia
Frangipane:
  • 100 gr. di farina di mandorle
  • 100 gr. di zucchero a velo
  • 100 gr. di burro
  • 100 gr. di uova (circa 2)
  • 20 gr. di farina semintegrale
PREPARAZIONE:
Mele. Sbucciate e levate il torsolo alle mele, dividetele quindi a metà e tagliatele a fettine sottili.
Pasta frolla.
 Nella ciotola della planetaria (con la foglia) unite la farina semintegrale, il lievito, i semini estratti dalla bacca di vaniglia e il burro  ben freddo tagliato a pezzetti; fate girare la macchina fino a "sabbiare" il composto, dopodiché unite lo zucchero di canna (precedentemente frullato per renderlo più fine) e l'uovo. Appena sarà pronto l'impasto, formate una palla, avvolgetela nella pellicola e riponetela in frigorifero per almeno 2 ore.
Frangipane.
Nella ciotola della planetaria 
(con la frusta), montate il burro a temperatura ambiente con lo zucchero, unite poi poco per volta le uova leggermente sbattute. Infine, diminuendo la velocità, aggiungete la farina di mandorle e la farina semintegrale.
Trascorso il tempo di riposo della pasta frolla, tiratela con il mattarello e foderate una tortiera imburrata
; versate all'interno la crema frangipane e livellatela bene, cospargete poi sopra il rosmarino tritato. Sistemate sulla crema le fettine di mela in modo da coprire tutta la superficie, spolveratele leggermente con lo zucchero di canna ed infornate a 170° in modalità ventilato per 35-40 minuti.

lunedì 26 gennaio 2015

Linguine al limone

Linguine al limone
Mi sono interessata per davvero al cibo all'età di 22 anni, proprio quando il desiderio di indipendenza, sotto tutti gli aspetti, iniziava a farsi strada prepotente dentro me. Un'indipendenza che sentivo il bisogno di assecondare e scoprire, nonostante vivessi ancora con i miei e ai fornelli ci fosse quasi sempre mia madre. Il lavoro mi assorbiva tanto in quel periodo e sedermi a tavola la sera e assaporare ciò che già era pronto per me era una benedizione. Ma come accade un po' a tutti, un giorno ti svegli e trac... la cura per l'aspetto fisico e l'energia personale diventa la tua missione... almeno, così è accaduto a me;-). Palestra e cibo sano occupavano gran parte dei miei pensieri così come l'interesse spasmodico per nutrienti e suoi veicolatori. Insomma, mi sono fatta una cultura in materia, non si dice così?
Il piatto di linguine qui sopra, rappresenta ciò che io considero cibo che nutre, appaga e fa bene alla salute oltre che alla linea. L'abbinamento del limone con il salmone stà a meraviglia, non è un novità, mentre la dolcezza del miele mitiga il sapore pungente del pesce. Adoro il cibo colorato, proprio come questo piatto che brilla come il sole... è una sana ossessione la mia, così mi nutro esclusivamente di ciò che mi fa stare bene. 

Linguine al limone

LINGUINE AL LIMONE

INGREDIENTI per 4 persone:
  • 300 gr. di linguine
  • 1 limone bio
  • 2 cucchiaini di miele di acacia
  • 100 gr. di salmone marinato (ricetta qui) o affumicato
  • finocchietto q.b.
  • sale, olio EVO q.b.
PREPARAZIONE:
Prelevate la scorza del limone con un pelapatate e tagliatela a julienne; spremete il limone e filtrate il succo. Ponete in un tegame le julienne e copritele con acqua fredda; portate ad ebollizione e scolatele subito dopo; ripetete questa operazione per due volte. Fate scaldare in una padella un filo di olio EVO, il miele, il succo e le julienne di limone.  
Riempite una pentola di acqua e portatela ad ebollizione, salatela e cuocete le linguine. Scolatele al dente e trasferitele nella padella aggiungendo un mestolo di acqua di cottura e un filo di olio EVO; fatele saltare amalgamando bene il tutto (si dovrà formare una leggera cremina). Prima di servirle, unite del finocchietto e il salmone tagliato a striscioline.
 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...