lunedì 26 gennaio 2015

Linguine al limone

Linguine al limone
Mi sono interessata per davvero al cibo all'età di 22 anni, proprio quando il desiderio di indipendenza, sotto tutti gli aspetti, iniziava a farsi strada prepotente dentro me. Un'indipendenza che sentivo il bisogno di assecondare e scoprire, nonostante vivessi ancora con i miei e ai fornelli ci stava quasi sempre mia madre. Il lavoro mi assorbiva tanto e in quel periodo sedermi a tavola la sera e assaporare ciò che già era pronto in tavola per me, era una benedizione. Ma come accade un po' a tutti, un giorno ti svegli e trac... la cura per l'aspetto fisico e l'energia personale diventa la tua missione... almeno, così è accaduto a me;-). Palestra e cibo sano occupavano gran parte dei miei pensieri così come l'interesse spasmodico per nutrienti e suoi veicolatori. Insomma, mi sono fatta una cultura in materia, non si dice così?
Il piatto di linguine qui sopra, rappresenta ciò che io considero cibo che nutre, appaga e fa bene alla salute oltre che alla linea. L'abbinamento del limone con il salmone stà a meraviglia, non è un novità, mentre la dolcezza del miele mitiga il sapore pungente del pesce. Adoro il cibo colorato, proprio come questo piatto che brilla come il sole... è una sana ossessione la mia, così mi nutro esclusivamente di ciò che mi fa stare bene.
Linguine al limone

LINGUINE AL LIMONE

INGREDIENTI per 4 persone:
  • 300 gr. di linguine
  • 1 limone bio
  • 2 cucchiaini di miele di acacia
  • 100 gr. di salmone marinato (ricetta qui) o affumicato
  • finocchietto q.b.
  • sale, olio EVO q.b.
PREPARAZIONE:
Prelevate la scorza del limone con un pelapatate e tagliatela a julienne; spremete il limone e filtrate il succo. Ponete in un tegame le julienne e copritele con acqua fredda; portate ad ebollizione e scolatele subito dopo; ripetete questa operazione per due volte. Fate scaldare in una padella un filo di olio EVO, il miele, il succo e le julienne di limone.  
Riempite una pentola di acqua e portatela ad ebollizione, salatela e cuocete le linguine. Scolatele al dente e trasferitele nella padella aggiungendo un mestolo di acqua di cottura e un filo di olio EVO; fatele saltare amalgamando bene il tutto (si dovrà formare una leggera cremina). Prima di servirle, unite del finocchietto e il salmone tagliato a striscioline.
 

giovedì 8 gennaio 2015

Sfera sublime

Dolce del buon auspicio
Lucidissimo, il cioccolato appare ancora più affascinante... sublime, proprio come la sua scioglievolezza in bocca, lenta e intensa. Adoro la glassa a specchio più di ogni altra decorazione, è sufficiente a donare eleganza a qualsiasi dolce, senza bisogno d'altro. La magia risplende nel piatto e tutto intorno è incanto, poesia.

Buon Anno... all'insegna di un 2015 pieno di dolcezza e di magia.  
Questo il nostro augurio per Voi!

Dolce del buon auspicio

SFERA SUBLIME

INGREDIENTI per 6 persone:

Bavarese al Pandoro
  • 250 ml. di latte
  • 3 tuorli
  • 60 gr. di zucchero di canna
  • 1 bacca di vaniglia
  • 150 gr. di Pandoro
  • 200 gr. di panna
  • 2 gr. di gelatina (1 foglio)
Sfere di cioccolato
  • 300 gr. di cioccolato fondente al 60%
Glassa a specchio
  • 170 gr. di acqua
  • 150 gr. di panna
  • 200 gr. di zucchero
  • 70 gr. di cacao amaro
  • 6 gr. di gelatina (3 fogli)
Salsa di lamponi
  • 250 gr. di lamponi
  • 1 cucchiaino di zucchero
PREPARAZIONE:
sfere di cioccolato: tritate il cioccolato, versatelo in una ciotola di vetro e fatelo sciogliere nel microonde finché la temperatura raggiunge 45-50 gradi, dopodiché versate 200 gr. del cioccolato fuso in un’altra ciotola e posizionatela in un bagno di acqua e ghiaccio; fate scendere la temperatura a 29 gradi, mescolando in continuazione. Raggiunta la temperatura, versate il cioccolato nei 100 gr. di cioccolato caldo finché la temperatura raggiunge i 31-32 gradi. A questo punto il cioccolato è temperato.   Rivestite ora 8 stampi in silicone a forma di mezza sfera, utilizzando un pennello; fate raffreddare 10 minuti e spennellateli una seconda volta.
Bavarese al Pandoro: in un tegame, portate ad ebollizione il latte con i semi estratti dalla bacca di vaniglia. In una terrina, sbattete con una frusta i tuorli con lo zucchero, unite il latte e rimettete tutto nel tegame e poi sul fuoco; cuocete fino a quando la crema velerà il cucchiaio (83°). A quel punto toglietela dal fuoco, trasferitela in una ciotola e unite il foglio di gelatina precedentemente ammorbidito in acqua fredda. Sminuzzate finemente con un cutter 100 grammi di Pandoro e incorporatelo alla crema inglese; fate raffreddare. Montate quindi la panna "lucida" ed incorporatela delicatamente alla crema. Riempite con la mousse di Pandoro le semisfere e ponetele nel congelatore per almeno 2 ore. Nel frattempo tagliate grossolanamente con un coltello il restante Pandoro e fatelo leggermente tostare per qualche minuto in forno.
Glassa a specchio: In un tegame portate ad ebollizione l'acqua, la panna, lo zucchero e il cacao fino a raggiungere la temperatura di circa 100-103 gradi. Fate raffreddare fino a circa 50 gradi e unite la gelatina, precedentemente ammorbidita in acqua fredda.
Salsa di lamponi: Frullate i lamponi e lo zucchero con un minipimer e passate al setaccio.
Estraete le semisfere dallo stampo, scaldate i bordi di cioccolato passandoli sul fondo di un tegame caldo e unite le due semisfere facendo una leggera pressione. Disponete le sfere su una gratella e colate sopra la glassa a specchio. Posizionate i cubetti di Pandoro tostato sui piatti da portata, adagiate sopra le sfere di cioccolato e ultimate decorando con alcuni lamponi freschi e la loro salsa.

martedì 16 dicembre 2014

Biscotti natalizi

Biscotti natalizi
Il mese di Dicembre, nel mio mondo interiore, rappresenta un tempo magico, che cerco di vivere appieno e sfruttare più che posso fin dalle prime luci del giorno. Mi sembra di avere più cose da fare e in meno tempo, di conseguenza mi accorgo di essere più produttiva che in altri periodi dell'anno. Il premio di produttività lo vinco sicuramente in cucina. Tra dolci, biscotti, creme e torte di ogni genere, la mia attenzione è quasi a senso unico. Unica ovvia eccezione, mio figlio. Che però ormai si è abituato a vedermi giocare con farina, mattarello e tagliabiscotti e pare essersene fatto una ragione. La cosa che mi diverte di più, in effetti, è dare vita alla pasta frolla che miracolosamente si trasforma sotto i miei occhi in deliziosi dolcetti natalizi. Tutto intorno profuma di vaniglia... "sono in Paradiso".
Chi mi conosce bene ne ha sicuramente ricevuto in dono un pacchettino per Natale, per i nuovi amici... già sapete... ci sto lavorando;-)
Happy December!
Biscotti natalizi

BISCOTTI NATALIZI

INGREDIENTI per 60 biscotti:
  • 750 gr. di farina 00
  • 350 gr. di burro
  • 350 gr. di zucchero a velo
  • 3 uova
  • scorza grattugiata di 1 limone non trattato
  • un cucchiaino di estratto di vaniglia
  • ½ bustina di lievito per dolci o cremor tartaro
  • un pizzico di sale 
  • marmellata a piacere per farcitura
PREPARAZIONE:
procedete con la sabbiatura, unendo farina e burro nella planetaria e azionate alla minima velocità. (Se invece impastate a mano, fate questo passaggio il più rapidamente possibile per evitare di scaldare troppo l'impasto con le mani). Quando il composto sarà diventato appunto "sabbioso" come consistenza, unite la scorza grattugiata del limone, lo zucchero a velo, il pizzico di sale, il lievito e le uova leggermente sbattute alle quali avrete aggiunto l'estratto di vaniglia. Lavorate per pochi minuti l'impasto finchè tutti gli ingredienti saranno incorporati ed esso risulterà liscio. Formate una palla, avvolgetela nella pellicola e lasciatela riposare in frigorifero per almeno un paio d'ore. Trascorso il tempo, prendete un po' di impasto per volta, stendetelo con il mattarello, aiutandovi gettando poca farina sulla spianatoia e formate i vostri biscotti con i tagliabiscotti che preferite. Ricordatevi di forare al centro la metà dei biscotti in modo da accoppiarli dopo la cottura. Infornate in forno statico a 180° per 18/20'.
A cottura ultimata, sfornate i biscotti, metteteli a raffreddare su una gratella e farciteli con la vostra marmellata unendo una forma intera ad una forata. Spolverate infine i biscotti con tanto zucchero a velo.

venerdì 5 dicembre 2014

Crocchette di quinoa

Crocchette di quinoa
Tempi duri per pasta & co. Sono così, quando mi fisso su un alimento, cercare di scoprire tutte le sue potenzialità diventa la mia nuova missione. In casa ne sanno qualcosa, ma da quanto ho potuto notare la cosa non pare preoccuparli. Mangiano tutto e zitti.
Ora è il turno della Quinoa. Ho scoperto questo preziosissimo cereale da qualche anno ma è solo da un paio di mesi che posso dire di apprezzarlo completamente. Riscoperto forse è ciò che meglio definisce l'inizio del nostro rapporto, che col tempo si è fatto sempre più stretto... La quinoa è oggi la "pioniera della mia dispensa"... la scelgo ad occhi chiusi quando avverto il bisogno di sapori intensi restando però sul leggero. Dà grandi soddisfazioni unita a verdurine di stagione e frutta secca o mixata ad olive taggiasche e feta... a mo' di insalata. Grandi pranzetti... tutti contenti;-)
Ma qui arriviamo alla mia passione dell'ultimo mese... un giorno annuncio: faccio le crocchette! 
Dico "crocchette" e vedo sorrisi... matematico. Piaceranno? Ovvio
Fermarsi alla numero 5 sarebbe utile ma io non ci riesco... 6/7 è la mia media, naturalmente come piatto unico in accoppiata ad un'insalata verde. 
Scoprire poi che anche il piccolino di casa ne va ghiotto, è la grande soddisfazione di una mamma che cucina.

Crocchette di quinoa

CROCCHETTE DI QUINOA

INGREDIENTI per 25 crocchette:
  • 200 gr. di quinoa
  • 200 gr. di broccolo romanesco
  • 100 gr. feta
  • 40-50 gr. di pangrattato
  • 20 gr. di Parmigiano grattugiato
  • 10 gr. di zenzero fresco grattugiato
  • 2 uova
  • sale q.b.
  • olio EVO o di semi di arachide q.b.


PREPARAZIONE:
sciacquate la quinoa e fate cuocere mettendo in una pentola due parti d'acqua e una di quinoa. Cuocete a fuoco medio/basso con la pentola coperta per circa 13-15 minuti.
Trascorso il tempo di cottura spegnete il fuoco e lasciatela riposare per 5 minuti, dopodichè smuovete i chicchi con una forchetta, trasferitela in una terrina e lasciatela raffreddare.
Nel frattempo, tagliate le cimette dal broccolo romanesco, lavatele e cuocetele al vapore per circa 15 minuti; appena cotte fatele intiepidire e tritatele grossolanamente.
Unite alla quinoa il broccolo romanesco, la feta tritata, il parmigiano, lo zenzero, le uova e il pangrattato; l'impasto dovrà risultare umido ma compatto. Regolate di sale.
Scaldate l'olio (circa un centimetro) in una padella, formate con le mani delle polpette, schiacciatele leggermente e friggetele nell'olio caldo facendole dorare da tutte e due le parti; fatele asciugare su carta assorbente e servitele calde con un' insalata mista come contorno.