mercoledì 9 luglio 2014

Insalata di quinoa

Insalata di quinoa
No, non è come può sembrare... (o non lo è mai?) non sono diventata d'improvviso salutista incallita o vegana convinta o chennesò ideatrice di  ricette trandy e no, non ho nemmeno il libro di Gwyneth Paltrow... 
Piuttosto mi piace considerarmi vegana part time e perchè no, per il resto del tempo, godermi tutto il buono dei latticini (pochi pochi), delle uova, degli zuccheri (ma che vita è senza;-)). Considerando poi che di salmone e vongole potrei vivere;-)
La quinoa, tanto chic pure nel nome, mi ha sempre affascinato parecchio. E' la prima che finisce nel mio carrello quando la individuo tra tutti gli altri chicchi astrusi (sarebbero cereali in teoria) di varie dimensioni e colori improbabili che ritrovo stipati sugli scaffali dei negozi di alimentazione naturale, luoghi frequentati da tipi un po' strani 'come direbbe un amico'  tra i quali la sottoscritta.
La preferisco ad altri cereali perchè la trovo buona buona, dal sapore indefinibile e unita a verdure fresche e croccanti mi fa dimenticare persino le lasagne stupefacenti di mia mamma (naturalmente tutto fuorchè vegane;-).
Ragione n.2: fattore consapevolezza, un pieno di proteine ad alto valore nutrizionale.
Vi ho convinto, anche se di Gwynet non ho neppure il colore dei capelli?

Insalata di quinoa

INSALATA DI QUINOA

INGREDIENTI per 4 persone:
  • 300 gr. di quinoa
  • 20 gr. di anacardi
  • 5-6 ravanelli
  • 2 cetrioli
  • 7-8 pomodorini ciliegino
  • 2 cipollotti freschi
  • 1 limone
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 6-7 foglioline di menta
  • olio EVO q.b.
  • sale q.b.
PREPARAZIONE:
Lavate la quinoa sotto l'acqua corrente per pulirla dalle impurità e dal sapore amaro. Mettete la quinoa in acqua fredda salata (calcolate due parti d'acqua per una di quinoa) e fatela bollire per circa 15 minuti a fuoco medio con il coperchio; appena avrà assorbito tutta l'acqua trasferitela in una terrina e fatela raffreddare.
Tritate grossolanamente gli anacardi e fateli tostare per qualche minuto in una padella antiaderente. Lavate e pelate i cetrioli, togliete i semi e tagliateli a cubetti, fate la stessa cosa anche con i pomodorini; lavate i ravanelli e tagliateli a fettine, affettate finemente anche i cipollotti.
Riunite la quinoa e tutti gli ingredienti in una terrina, condite con il succo del limone, olio EVO e sale, infine aggiungete il prezzemolo e la menta tritati; mescolate bene e servite.

giovedì 12 giugno 2014

Zuppetta di fragole con mousse alla banana

Zuppetta di fragole con mousse alla banana
Son tornata! Qui sul mio blog intendo... non mi sono mossa da casa purtroppo; qualcuno mi dava già per vacanziera, macchina fotografica al collo e aria sognante, alla scoperta di luoghi esotici ;-) eppure no, così non è... il solito trambusto delle giornate che viviamo tutti, concentrate di attività (talvolta alcune così inutili, ma che s'hanno affà) fuori e dentro casa. Il fatto che poi io stia per partire Davvero per le vacanze -OH  YEAH!- mi affaccenda ancor più.
Il tempo però per buttar giù un'ideuzza fresca fresca l'ho avuto. "Ti piace vincere facile eh???" zi zi, ci piace assai. Poco impegno, tanto gusto... fosse tutto così nella vita. 
"Specchio di fragole" suonava sicuro più figo di "zuppetta" però non volevo tirarmela troppo... su questo blog si prendono le cose per quello che sono, non c'è bisogno di conquistare con le parole...
...con le immagini si però!!! HI hi hi hi :-P

Zuppetta di fragole con mousse alla banana

ZUPPETTA DI FRAGOLE CON MOUSSE ALLA BANANA

INGREDIENTI per 6 persone:
  • 400 gr. di fragole
  • 30 gr. di mandorle a filetti
  • un ciuffo di menta
  • ½ limone (il succo)
  • Zucchero di canna q.b.
Mousse alla banana:
  • 250 gr. di latte
  • 80 gr. di zucchero di canna
  • 50 gr. di tuorli
  • 20 gr. di amido di mais 
  • ½ bacca di vaniglia
  • 2 banane
  • 100 gr. di panna montata
PREPARAZIONE:
Mousse alla banana: portate a bollore il latte in una casseruola con i semi della bacca di vaniglia, spegnete il fuoco, coprite con un coperchio e fate riposare per un paio di ore. Nel frattempo, frullate le banane con un cucchiaino di succo di limone riducendole in purea. In una terrina sbattete i tuorli con lo zucchero e l'amido di mais, unite lentamente il latte che avrete nuovamente riscaldato e amalgamate bene il tutto. Trasferite il composto nella casseruola e fate addensare la crema sul fuoco mescolando con una frusta. Appena si sarà addensata toglietela dal fuoco, trasferitela in una terrina, unite le banane frullate e riponete in frigorifero a raffreddare. Aggiungete infine la panna montata.

Tagliate a cubetti 300 gr. di fragole, riuniteli in una terrina, unite un cucchiaio di succo di limone e le foglie di menta tritate. Frullate il resto delle fragole con un cucchiaino di zucchero e uno di limone e filtrate la salsa con un colino.
Aiutandovi con un anello da cucina, sistemate nei piatti da portata 3-4 cucchiai di fragole a cubetti, adagiatevi sopra una quenelle di mousse alla banana e alcuni filetti di mandorla precedentemente tostati; completate il piatto con la salsa di fragole e foglioline di menta.

venerdì 16 maggio 2014

Spaghettoni con crema di melanzane, pomodorini e feta

Spaghettoni con crema di melanzane, pomodorini e feta
Una pasta come la famosa "Benedetto Cavalieri" merita un po' di impegno, soprattutto la Prima Volta. Acquistata una domenica uggiosa di primavera, -giusto nel momento in cui il tempio dei gastrofighetti Eataly! Manco a dirlo;-) pullulava di annoiati vogliosi di dare un senso alla propria giornata- è precipitata nella dispensa di casa, tra le altre altezzose del gruppo... Lei però, pur essendo l'ultima arrivata, si è fatta fin da subito un po' notare... (enoooorme... migliorassero un pochetto stò packaging, non sarebbe male!).
Avendo questo gioellino in casa, la scelta di assaggiarla quanto prima è diventata una priorità. Pacchetto alla mano, l'ho girato e rigirato tra le mani un po' perplessa sul da farsi; buttarla nella cesta della spesa è stato semplice, pensare a cosa realizzarci poi, lì per lì non mi è passato neanche per la testa.
L'idea mi è venuta in seguito, insieme ad un grande appetito, guardando in tv il mitico Chef Antonino Cannavacciuolo (esilarante personaggio a mio avviso, oltre che Maestro indiscusso). Io ho apportato qualche modifica di mio gusto al piatto e mi tocca riconoscere che il risultato ha reso onore alla qualità della pasta in questione. Grazie Chef!

Spaghettoni con crema di melanzane, pomodorini e feta

SPAGHETTONI CON CREMA DI MELANZANE, POMODORINI E FETA

INGREDIENTI per 4 persone:
  • 300 gr. di spaghettoni (Benedetto Cavalieri)
  • 1 melanzana viola (grande)
  • 10-15 pomodorini datterino
  • 50 gr. di feta
  • 2 rametti di origano fresco
  • 100 ml. di brodo vegetale
  • 1 cucchiaino di olio all'aglio
  • olio EVO q.b.
  • sale e pepe q.b.
PREPARAZIONE:
lavate e spuntate la melanzana, tagliatela in due nel senso della lunghezza e ungetela con un filo di olio EVO; sistematela in una teglia e infornate a 170° per circa un'ora.
Trascorso il tempo di cottura, prelevate la polpa della melanzana aiutandovi con un cucchiaio. Trasferite la polpa in un frullatore, unite qualche fogliolina di origano, l'olio all'aglio e frullate aggiungendo del brodo fino a raggiungere una consistenza cremosa; infine unite un filo di olio EVO e regolate di sale e pepe.
Riempite una pentola di acqua e portatela ad ebollizione, salatela e cuocete gli spaghettoni.
Nel frattempo, lavate i pomodorini, tagliateli a metà, salateli e fateli saltare in padella con un filo di olio EVO per 3-4 minuti; aggiungete qualche fogliolina di origano fresco e metà della crema di melanzane.
Appena la pasta sarà cotta, scolatela e mantecatela direttamente nella padella con i pomodorini e la crema.
Sistemate sul fondo di ogni piatto un velo di crema di melanzane, adagiate sopra gli spaghettoni e terminate il piatto con un filo di olio EVO e la feta sbriciolata.

sabato 3 maggio 2014

Cannelloni agli asparagi

Cannelloni agli asparagi 
E' proprio un vero cibo-coccola, un bel piatto di cannelloni! 
Ciò che trovavo per pranzo al rientro da scuola dopo una mattinata "dura", zeppa di interrogazioni e compiti in classe. Il premio per il meritato impegno. Le cose non sono cambiate molto con il tempo... lo considero sempre un regalo che mi faccio nei momenti più intensi;-)
Che dire... non c'è piatto più partenopeo di questo, in qualsiasi modo venga preparato è sempre gradito. E' ciò che sogno dopo pochi giorni trascorsi all'estero, quando l'astinenza da pastasciutte di casa inizia a farmi sentire più nervosa... c'è poco da spiegare, so che mi capite. 
Come barattare un sapore così?
Lo zafferano lo uso pochissimo, ma visto che da piccola ne ero ghiotta, ho desiderato ricercare quel sapore inconfondibile... è un potente amico del buonumore, quindi consumiamolo spesso!

Cannelloni agli asparagi
CANNELLONI AGLI ASPARAGI

INGREDIENTI per 4 persone:
  • 250 gr. di asparagi
  • 400 gr. di ricotta
  • 30 gr. di Parmigiano grattugiato
  • 1 tuorlo
  • 1 spicchio di aglio
  • olio EVO q.b.
  • sale e pepe q.b.
  • 20 gr. di mandorle a filetti
Per la pasta all'uovo:
  • 200 gr. di farina 00
  • 2 uova
  • 1 cucchiaino di olio EVO
  • 2 gr. di sale
Per la besciamella:
  • 500 ml di latte
  • 40 gr. di farina
  • 1 bustina di zafferano
  • 20 gr. di Parmigiano grattugiato
  • 30 gr. di olio EVO
  • sale q.b.
PREPARAZIONE:
Pasta all'uovo: mettete sulla spianatoia la farina, aggiungete al centro le uova, l'olio EVO e il sale. Con una forchetta sbattete le uova ed amalgamate la farina poco a poco; lavorate l'impasto con le mani fino ad ottenere una pasta liscia ed omogenea. Formate una palla, avvolgetela nella pellicola e lasciatela riposare per 20/30 minuti.

Ripieno: private gli asparagi della parte più dura del gambo, lavateli, tagliateli a tocchetti e sbollentateli per tre minuti in acqua bollente salata. Dopodichè scolateli, tenete da parte le punte e fateli saltare per due minuti in padella con un filo di olio EVO e lo spicchio d'aglio. Passate al setaccio la ricotta, unite il Parmigiano grattugiato, gli asparagi e il tuorlo d'uovo; amalgamate bene e regolate di sale e pepe. 
Riprendete la pasta e tiratela in sfoglie con l'apposita macchina; tagliate la sfoglia in 12 rettangoli e lessateli (max 2 per volta) in abbondante acqua salata; scolateli, tuffateli brevemente in acqua e ghiaccio e stendeteli su canovacci puliti. Riempite una sac à poche con il ripieno e distribuitene una striscia sul lato di ogni rettangolo; arrotolateli su se stessi e adagiate i cannelloni in una pirofila unta di olio.

Besciamella: in una casseruola preparate un roux con la farina e l'olio EVO, mescolate con una frusta per amalgamare bene il composto, cuocete su fuoco dolce mescolando di continuo per qualche minuto (senza far prendere colore). Dopodiché versate il latte (freddo o a temperatura ambiente) e continuate a mescolare fino a quando comincerà ad addensarsi. A questo punto regolate di sale, unite lo zafferano e abbassate il fuoco al minimo, coprite con un coperchio e lasciate cuocere la salsa per cinque minuti. Infine unite il Parmigiano grattugiato.
Distribuite la besciamella sui cannelloni, teminate con le punte di asparagi e i filetti di mandorle. Cuocete in forno preriscaldato a 200° per 15 - 20 minuti.