giovedì 28 gennaio 2016

Spaghetti alla crema di scarola

Spaghetti con crema di scarola 
"La felicità per me? Un piatto di pasta!". Facile rendermi felice? Pure no.  
La pasta che amo è di ottima qualità, trafilata al bronzo e naturalmente vegetariana. Al dente, bella mantecata e fumante. Ah dimenticavo... se è di grano integrale o di altro cereale integrale è meglio. Biologica? Affermativo, il gusto è decisamente più ricco. A questo punto, non riceverò mai più un invito a cena da nessuno, che posso farci, sono esigente in fatto di cibo, non riesco tanto ad adattarmi, passo sempre per quella difficile... la vera ragione è che lo sono. Quindi di solito invito io. 
Una persona però (l'unica che riesce sempre ad accontentarmi completamente) l'ho trovata e poi me la son tenuta ben stretta;-) e questi spaghetti sono una sua vittoria, un modo per farmi sorridere e stare bene anche nelle buie giornate invernali. Grata a vita! Meravigliosi e tanto tanto salutari. Da mangiare a grandi dosi...


SPAGHETTI ALLA CREMA DI SCAROLA

INGREDIENTI per 4 persone:
  • 300 gr. di spaghetti
  • 1 cespo di scarola
  • 1 patata bollita (piccola)
  • 1 spicchio d'aglio
  • 20-25 olive taggiasche
  • 50 gr. di pomodori secchi
  • 35-40 pinoli
  • 2 filetti di acciuga
  • olio EVO q.b.
  • sale q.b.
PREPARAZIONE:
Sbollentate la scarola in acqua bollente salata per 5 minuti, scolatela (ma senza buttare l'acqua di cottura) e raffreddatela in una boule riempita di acqua e ghiaccio. Scolate nuovamente la scarola e frullatela con la  patata bollita, unendo dell'acqua di cottura fino ad ottenere una consistenza cremosa; infine passate la crema al setaccio.
Mettete in ammollo i pomodori secchi in acqua tiepida per 15 minuti per farli rinvenire; appena saranno teneri scolateli, sciacquateli e asciugateli con un canovaccio.
Riportate l'acqua di cottura della scarola ad ebollizione e cuocete gli spaghetti.
Nel frattempo, scaldate un filo di olio EVO in una padella, unite l'aglio e le acciughe, fatele sciogliere a fuoco dolce, quindi eliminate l'aglio. Tritate grossolanamente i pomodori secchi e metteteli in padella unendo anche le olive.
Appena la pasta sarà cotta scolatela e mantecatela direttamente nella padella con il sugo preparato.
Scaldate la crema di scarola e disponetene un velo sul fondo di ogni piatto, adagiate sopra gli spaghetti e terminate il piatto con i pinoli leggermente tostati.


martedì 12 gennaio 2016

Vellutata di sedano rapa e zenzero

Vellutata di sedano rapa, zenzero e curcuma
Quando desidero recuperare un po' di tranquillità dallo stress quotidiano, di solito mi fiondo in cucina, prego affinchè frigorifero e spesa settimanale non siano deludenti e con grande determinazione mi dedico alle sperimentazioni. Le chiamo così perchè il più delle volte non ho la più vaga idea di cosa vorrei tirare fuori, una zuppa? Un contorno? A che cosa poi? Il pezzo forte dov'è?! Non nel mio frigo suppongo. Non complichiamoci la vita sù... faccio un sughetto così ci condisco la pasta e la risolvo? Ma non avrei dovuto rilassarmi in cucina? ... Alcune volte non ne ricavo più di un semplice dessert, ma nessuno si lamenta, credete. Non programmo quasi mai i pasti durante la settimana... ma c'è ancora qualcuno che lo fa? Menù affisso alla parete tipo mensa scolastica e via... Organizzazione la chiamano... Che noia, a me piace improvvisare. Col sedano rapa e la patata americana, (ingredienti intelligenti li chiamo io, perchè puoi farci un sacco di robe...) me la sono cavata con una vellutata, e la cosa più sorprendente di tutte, più dello splendido sapore avvolgente e orientaleggiante, è stato il suo colore. Giallo intenso, quello del sole in piena estate. Bello giocare così! Il sorriso è stato facilmente ritrovato!


VELLUTATA DI SEDANO RAPA E ZENZERO

INGREDIENTI per 4 persone:
  • 350 gr. di sedano rapa
  • 250 gr. di patata dolce
  • 5 gr. di zenzero fresco
  • 1 scalogno
  • 1 cucchiaino di curcuma
  • 1 litro di brodo vegetale
  • 1 rametto di timo
  • semi di zucca q.b.
  • olio EVO q.b.
  • sale q.b.
PREPARAZIONE:
Sbucciante lo scalogno, lo zenzero, il sedano rapa e la patata dolce, quindi tagliate tutto a dadini.
Riscaldate 2 cucchiai d'olio in un tegame e fatevi rosolare lo scalogno a fiamma moderata, dopodiché aggiungete le verdure e lo zenzero, fatele rosolare per qualche secondo e versate il brodo caldo.
Unite la curcuma, salate e fate cuocere per circa 20 minuti a fiamma bassa, dopodichè frullate tutto.
Eventualmente, se fosse necessario, aggiungete ancora un po’ di brodo per ottenere una consistenza cremosa.
Regolate di sale e versate la vellutata nelle ciotole; guarnite con i semi di zucca e le foglie di timo.

*Se vi piace, accompagnate la vellutata con crostini di pane integrale tostati.

giovedì 31 dicembre 2015

Bicchierino delle feste

Bicchierino delle feste 
Chi segue il blog da qualche tempo si aspetterà di trovare qualcosa di speciale per il dolce delle feste, un'idea in più o almeno così mi auguro... ricevo spesso tanti ringraziamenti in via privata e per telefono per l'ottima figura fatta presentando il mio dessert durante i giorni di festa e questa cosa mi riempie di gioia ed entusiasmo per tentare altri esperimenti. 
Quest'anno ho desiderato gusti decisi ma semplici, sapori che io associo solo al Natale e Capodanno, al mese di dicembre in particolare. Una piccola coccola per terminare calorosamente una cena speciale, condivisa con le persone più care.
 

BICCHIERINO DELLE FESTE

INGREDIENTI per 4-6 bicchierini:

Mousse al cioccolato:
  • 150 gr. di cioccolato al 70%
  • 100 gr. di latte
  • 150 gr. di panna
Chantilly allo zabaione di Moscato:
  • 100 gr. di vino Moscato
  • 4 tuorli
  • 4 cucchiai di zucchero di canna
  • 150 gr. di panna
***
  • 100 gr. di Pandoro
  • 30 gr. di filetti di mandorle
PREPARAZIONE:
Mousse al cioccolato: tritate grossolanamente il cioccolato e mettetelo in una ciotola, portate il latte ad ebollizione e versatelo sul cioccolato, amalgamate con una frusta fino a quando il cioccolato sarà completamente sciolto. Semimontate la panna e unitela delicatamente al cioccolato. Versate la mousse per un terzo in ogni bicchierino e riponete in frigorifero. Tagliate il Pandoro a cubetti di circa ½ centimetro e tostateli in forno per 5-7 minuti a 150°.

Zabaione al Moscato: scaldate leggermente il Moscato, mettete i tuorli e lo zucchero in un polsonetto, ponetelo su un bagnomaria caldo e sbattete con una frusta; unite il Moscato e sbattete fino a quando lo zabaione sarà diventato spumoso. Trasferite lo zabaione nella planetaria con la frusta e continuate a montarlo fino a raffreddamneto.
Montate la panna e unitela delicatamente allo zabaione freddo.

Composizione del bicchierino: ripredente i bicchierini dal frigorifero, adagiate sopra la mousse al cioccolato, uno strato di cubetti tostati di Pandoro e con l'aiuto di una sac à poche con bocchetta a stella fate uno strato con la chantilly allo zabaione; completate con i filetti di mandorle leggermente tostati.

mercoledì 16 dicembre 2015

Crostata di frutta secca

Crostata di frutta secca 
Sono ancora in tempo?... Ci tenevo a pubblicare questa crostata prima dell'inizio del delirio...  pacchi, tavolate con amici e colleghi, riunioni, spettacoli natalizi, ritrovi nei caffé... tutti vogliamo scambiarci un abbraccio prima del Natale, non è così? E non dimentichiamoci dei regali dell'ultimo minuto... e come se non bastasse, per chi sta a casa, acquisti no-limits di cibo per la Vigilia o Pranzo di Natale. Quindi dicevo... ho le mie buone ragioni per aver tutta questa fretta. In realtà sono stata qualche giorno ko ma oggi non mi ferma più nessuno. La crostata in questione sembra una banale riproduzione di tante che si vedono esposte in pasticceria in questo periodo ma... non questa. Ho voluto rendere il lavoro più complicato perchè le cose facili non mi danno grande soddisfazione e quindi l'ho reinterpretata seguendo l'istinto salutista che mi possiede da qualche tempo e prova dopo prova dopo prova, questa è la versione definitiva - the Ultimate Vegan Christmas Tart - 
n.b. Mi scuso per il ritardo con chi me l'ha chiesta su Instagram un paio di settimane fa dopo aver visto una prima versione... spero sia valsa l'attesa;-)


CROSTATA DI FRUTTA SECCA

INGREDIENTI per una crostata da ø 18 cm.:

Pasta frolla all'olio:
  • 125 gr. di farina integrale
  • 125 gr. di farina di farro o kamut
  • 70 gr. di zucchero di canna
  • 100 gr. di latte vegetale
  • 40 gr. di olio EVO delicato
  • 5 gr. lievito per dolci
  • 1 gr. sale
  • ½ bacca di vaniglia
  • ½ arancia (la scorza grattugiata)
  • ½ limone (la scorza grattugiata)
Caramello:
  • 150 gr. di zucchero di canna
  • 20 gr. di miele o malto di riso
  • 60 gr. di acqua
  • 70 gr. di latte di mandorla non zuccherato
Frutta secca:
  • 40 gr. di noci
  • 40 gr. di nocciole
  • 40 gr. di mandorle
  • 15 gr. di pistacchi
  • 15 gr. di pinoli
PREPARAZIONE:
Pasta frolla: nella ciotola della planetaria (con la foglia) unite le farine, il lievito, i semini estratti dalla bacca di vaniglia, la scorza d'arancia, la scorza di limone, il sale e l'olio EVO; fate girare la macchina per qualche minuto, dopodiché unite lo zucchero di canna (precedentemente frullato per renderlo più fine) e il latte. Appena si sarà formato l'impasto formate una palla, avvolgetela nella pellicola e riponetela in frigorifero per almeno 3 ore. Trascorso il tempo di riposo, rivestite la teglia con la pasta frolla, formando un bordo di due centimetri; bucherellate la superficie e stendete un disco di carta forno riempiendolo con dei legumi secchi. Cuocete in bianco la crostata per 22-25 minuti in forno a 180°. Terminata la cottura lasciatela raffreddare.

Caramello: in un pentolino versate l’acqua, poi lo zucchero e il miele. Fate cuocere, senza mescolare, fino a quando lo zucchero inizierà a caramellare. Nel frattempo, portate ad ebollizione il latte di mandorla. Quando il caramello avrà assunto una colorazione ambrata, allontanate il pentolino dal fuoco e aggiungete a filo il latte di mandorla bollente mescolando con una frusta. Prestate attenzione perché il caramello produrrà molti schizzi e schiuma. Dopo aver amalgamato bene il latte, unite tutta la frutta secca, mescolate bene e riempite con il composto la crostata livellando la superficie. Fate raffreddare e servite.

(Se volete potete sostituire il latte di mandorla con lo stesso peso di panna liquida)


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...