domenica 28 novembre 2010

Crème brulée di zucca con Porcini e pancetta croccante

Crème brulée di zucca con porcini e pancetta croccante
Per chi non lo avesse capito... sono entrata in possesso del famigerato cannello!! E da quel giorno (sono un paio di mesi credo) son sempre lì che cerco di bruciacchiare qualsiasi cosa passi sotto la mia vista... "devo pur impratichirmi no?" Divertente è divertente, ti senti quasi una professionista che sà il fatto suo e poi il risultato arriva all'istante e questo fatto mi compiace...
Ecco che qui spunta una delle tante povere cremine che sono finite sotto le mie grinfie... mi piaceva l'idea del brulée salato, quindi come dimenticarsi di aggiungere dei Porcini tanto tanto gustosi? Una meraviglia di antipastino...

Crème brulée di zucca con porcini e pancetta croccante

CREME BRULEE DI ZUCCA CON PORCINI E PANCETTA CROCCANTE

INGREDIENTI per 4 persone:
  • 300 gr. di zucca pulita
  • 1/2 scalogno
  • 200 ml di brodo vegetale
  • 50 gr. di panna liquida
  • 4 tuorli
  • 200 gr. di funghi Porcini
  • 4 fette di pancetta
  • 4 cucchiai di olio EVO
  • 4 cucchiai di zucchero di canna
  • sale e pepe q.b.
PREPARAZIONE:
Tritate lo scalogno e rosolatelo in 2 cucchiai di olio EVO, aggiungete la zucca tagliata a cubetti, bagnate con il brodo e fate stufare 10/15 minuti. Non appena la zucca sarà cotta, frullatela. Trasferite la crema di zucca in una terrina e aggiungete la panna, i tuorli (uno per volta) e mescolate per amalgamare tutti gli ingredienti. Filtrate il tutto con un colino, regolate di sale e pepe e cuocete la crema (direttamente nei piatti di portata) in forno a 100° per 30/35 minuti. Appena pronta toglietela dal forno e lasciatela raffreddare.
Mettete una padella antiaderente sul fuoco, adagiate le fette di pancetta e fatele diventare croccanti.
Pulite i funghi Porcini e tagliateli a cubetti, scaldate 2 cucchiai di olio EVO in una padella e fate saltare i funghi a fuoco vivace per 3/4 minuti. Salate, pepate e tenete da parte.
Cospargete con lo zucchero di canna la superficie della crema di zucca e caramellizzate con il (famigerato) cannello, completate i piatti adagiando al centro i funghi e la pancetta.

lunedì 22 novembre 2010

Lasagne radicchio e Taleggio

Lasagne radicchio e taleggio
Avevo una gran voglia di pasta al forno! Non ricordo quanto tempo è passato dall'ultima volta che ho deciso di mettere le mani in pasta e di prepararmela da me (senza ricorrere alle tanto pratiche lasagne da supermercato della famosa Nonna)... forse è stato in occasione di una qualche festa, boh!?! Sembra un secolo ormai. Però stavolta nessuna festa, nessuna occasione in vista, niente di più bello che prepararle senza un vero motivo, solo per il gusto di togliersi la voglia... e così domenica,  (spronata anche dal pessimo tempo e da un desiderio di distrazione) ho creato, anzi ad essere sincera l'abbiamo fatto insieme (io e Lui)... e l'attività è stata davvero molto più divertente!! 
Sono ottime e dal gusto delicato... il sapore è intrigante: il Taleggio dolce ed il radicchio amarognolo è un'accoppiata molto "sfruttata"... ed ora ho capito il perchè;-)
Bon Appetit!

Lasagne radicchio e taleggio

LASAGNE RADICCHIO E TALEGGIO

INGREDIENTI per 4 persone:
  • 4 cespi di radicchio rosso di Treviso
  • 1/2 carota
  • 1 scalogno
  • 2 cucchiai di olio EVO
  • 100 gr. di Parmigiano grattugiato
  • sale e pepe q.b.
Per la crema di Taleggio
  • 500 ml. di latte
  • 2 cucchiai di farina
  • 4 cucchiai di olio EVO
  • 250 gr. di Taleggio
Per la pasta all'uovo
  • 200 gr. di farina 00
  • 5 tuorli
  • 1 cucchiaino di olio EVO
  • 2 gr. di sale
PREPARAZIONE:
Per la pasta all'uovo: mettete sulla spianatoia la farina, aggiungete al centro i tuorli, l'olio EVO e il sale. Con una forchetta sbattete i tuorli ed amalgamate la farina poco a poco; lavorate l'impasto con le mani fino ad ottenere una pasta liscia ed omogenea.
Formate una palla, avvolgetela nella pellicola e lasciatela riposare per 20/30 minuti. Riprendete la pasta e tiratela con l'apposita macchina in sfoglie sottili; tagliate la sfoglia in rettangoli regolari e lessateli (max 2 per volta) in abbondante acqua salata; scolate le sfoglie una volta venute a galla, tuffatele brevemente in acqua e ghiaccio e stendetele su canovacci puliti.

Per la crema di Taleggio: in una casseruola preparate un roux con la farina e l'olio EVO, mescolate con una frusta per amalgamare bene il composto, cuocete su fuoco dolce sempre mescolando per qualche minuto, senza far prendere colore. Dopodichè versate il latte (non caldo) e continuate a mescolare fino a quando comincerà ad addensarsi. A questo punto aggiungete il Taleggio a pezzettini e fatelo sciogliere; regolate di sale e tenete da parte.

Preparate una  brunoise con lo scalogno e la carota, fateli leggermente stufare con l'olio EVO ed aggiungete il radicchio precedentemente lavato e tagliato a striscioline. Fatelo appassire per 3/4 minuti, regolate di sale e pepe e tenete da parte.
Prendete una teglia e spennellate sul suo fondo un filo di olio EVO, posizionate il primo strato di lasagne precotte, e ricopritele con uno strato di crema al Taleggio, cospargete la crema con il radicchio e spolverizzate con un cucchiaio di Parmigiano grattugiato.
Coprite il tutto con il secondo strato di lasagne e ripetete lo stesso procedimento fino ad esaurimento degli ingredienti.
Infornate le lasagne in forno già caldo, per circa 30/40 minuti a 180/190°.

sabato 13 novembre 2010

Tortino di cardi con uovo pochè e salsa d'acciuga

Tortino di cardi con uovo pochè e salsa d'acciuga
Fin da bambina, ho sempre nutrito un grande amore per le uova con le quali ho sempre giocherellato in cucina preparandole in mille modi diversi, proprio grazie al fatto che stanno bene con tutto e che se qualcosa nella ricetta non torna... strapazza di qua, aggiusta di là... al massimo viene fuori una frittata! Niente paura... piace praticamente a Tutti! E pensare che per un certo periodo ho creduto addirittura di poterle eliminare dalla mia alimentazione... Vi confesso che non ce l'ho fatta e che sono felice di averle "reintegrate" sulla mia tavola e nella mia vita... viziosa e fatta soprattutto di buon cibo! Non me ne vogliano gli amici vegani, macrobioti e chessò... il fatto è che io di non salutare nell'uovo fresco (chi ha la possibilità di averne in regalo o comprarne di cascina, saprà darmi ragione!) non ci vedo proprio niente! Tutt'altro! Sono convinta che sia uno dei pochi alimenti che non dovremmo mai far mancare nella nostra vita, ricco com'è di qualità nutritive!! 
E dopo questo "Inno caloroso all'Uovo" vengo al mio antipastino di oggi che chiaramente vede primeggiare un ovetto cotto "in camicia" o per meglio dire pochè (che fa più figo!;-)) abbinato ai cardi di stagione dal sapore delicato, quasi "carciofato". Inutile dirvi che ho fatto il bis del tortino che grazie alla salsa alle acciughe era strepitoso! E qui, sul secondo assaggio, dimenticandomi della mia grazia e delle "buone maniere" ho ceduto alla più vorace delle scarpette!!! 

Tortino di cardi con uovo pochè e salsa d'acciuga

TORTINO DI CARDI CON UOVO POCHE' E SALSA D'ACCIUGA

INGREDIENTI per 4 persone:
  • 400 gr. di cardi
  • 4 uova freschissime
  • 8 acciughe sott'olio
  • 4 cucchiai di olio 
  • 2 cucchiai di olio all'aglio
  • 4 fette di pane integrale 
  • 1/2 limone
  • 1 cucchiaio di aceto di mele
  • 2 rametti di timo
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
PREPARAZIONE:
Lavate e pulite con un pelapatate l'esterno dei cardi in modo da rimuovere i filamenti, mettendoli a bagno in acqua e limone per non farli annerire. Fateli lessare in abbondante acqua salata per circa 30 minuti o fino a quando non risulteranno teneri. Scolateli e raffreddateli velocemente in acqua e ghiaccio, asciugateli bene e tagliateli a pezzetti. 
Preparate una salsa scaldando gli oli con le acciughe fino a farle disfare. Frullate con il miniper per ottenere una salsina cremosa.
In una padella antiaderente fate saltare i cardi con un filo d'olio per qualche minuto unendo per ultimo le foglie di timo. Regolate di sale e pepe.
Preparate l'uovo pochè: portate a ebollizione l'acqua con l'aceto e un pizzico di sale, abbassate la fiamma al minimo; con un cucchiaio create un vortice nell'acqua e immergete una per volta le uova. Appena l'albume si sarà rappreso scolatelo con una schiumarola su carta assorbente (il tuorlo dovrà rimanere liquido).
Componete il piatto sistemando un letto di cardi, adagiandovi sopra un uovo pochè e nappando con la salsa d'acciughe. Completate con una fettina di pane integrale.

lunedì 8 novembre 2010

Millefoglie di cioccolato con mousse di castagne e salsa di cachi

Millefoglie di cioccolato con mousse di castagne e salsa di cachi
La settimana ricomincia... è di nuovo lunedì e come al solito mi ritrovo con 10.000 cose da fare, neanche fossi una supermanager con una vita piena di impegni e con relativi incontri interessanti!! Per ora niente aperitivi, apericena, aperipizza... ma che saranno mai... Eh, Magariiii. E no, le cose che avrei da fare rientrano nel tran tran quotidiano/moderno; c'è da dire però che durante il giorno lascio un pochino di spazio anche alle cose divertenti che mi piace fare... come impastare, mescolare, infornare e... mangiare. Ieri avevo bisogno di dolcezza... nel vero senso della parola;-) Visto che il fine settimana è stato parecchio deludente, tra pioggia, stazioni e abbandoni (subiti) per trasferte di lavoro romane (questa settimana mi ritrovo sola soletta per casa... e non è detto che ciò sia angosciante, affatto... ho la cucina tutta per me per una volta:-)) mi sono tuffata in questa ricetta decisamente autunnale, un po' perchè dovevo far fuori delle castagne che stazionavano in casa da qualche giorno, un po' perchè siamo a novembre e "vuoi non fare un dolce con le castagne???!!??"  Speranza? Chissà che qualche amica non venga più volentieri a trovarmi... farò qualche telefonata và, non è che posso finirmi da sola tutta stà roba! E poi è bellissimo condividere tanta dolcezza con qualcuno...

Millefoglie di cioccolato con mousse di castagne e salsa di cachi

MILLEFOGLIE DI CIOCCOLATO CON MOUSSE DI CASTAGNE E SALSA DI CACHI

INGREDIENTI per 4 persone:
  • 700 gr. di castagne (500 gr. pulite)
  • 1/2 litro di latte
  • 1/2 bacca di vaniglia
  • 100 gr. di zucchero di canna
  • 50 ml. di acqua
  • 200 ml. di panna
  • 200 gr. di cioccolato fondente
  • 1 caco
  • 1 cucchiaino di cacao in polvere
  • 1 cucchiaino di succo di limone
  • 20 ml. di rum
  • 4 alchechengi
  • sale q.b.
PREPARAZIONE:
Portate ad ebollizione dell'acqua in una pentola. Praticate con un coltellino un taglio sul lato piatto delle castagne e tuffatele (poche per volta) nell'acqua bollente per cinque minuti. Scolatele e sbucciatele ancora calde (guscio e pellicina).
Dopodichè sistemate le castagne in una casseruola, copritele con il latte, aggiungete un pizzico di sale, la bacca di vaniglia e fate cuocere per circa 20/25 minuti. Scolatele, schiacciatele con lo schiacciapatate e passatele al setaccio in modo da ottenere un purè liscio e soffice.
A questo punto, preparate uno sciroppo cuocendo lo zucchero e l'acqua fino ad una temperatura di 105° (piccola bolla). Fatelo intiepidire ed unitelo al purè di castagne, aggiungete anche il cacao e il rum, amalgamate bene  tutto e riponetelo in frigorifero.
Fate sciogliere il cioccolato nel microonde o a bagnomaria e stendete uno strato di 2/3 millimetri su un foglio di carta forno; quando sarà quasi duro,  ricavate 12 dischi con un coppa pasta rotondo.
Pelate il caco, aggiungete il succo di limone e frullatelo con il minipimer fino ad ottenere una salsa omogenea.

Composizione del piatto:
Montate la panna, unitela delicatamente al composto di castagne e riempite con la mousse una sac a poche con bocchetta a stella. Componete al centro di ogni piatto la millefoglie, alternando i dischi di cioccolato con la mousse di castagne, completando con la salsa di cachi e gli alchechengi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...