domenica 19 luglio 2015

Crostata di frutta fresca

Crostata di frutta fresca
Ogni cibo racchiude in sé emozioni, alcune indimenticabili, e te le fa rivivere tutte le volte che lo assaggi, con la stessa intensità. Qualche volta sono lontani ricordi, spesso infantili, più o meno belli a seconda se ciò che stavi vivendo era un momento felice oppure no e naturalmente se il gusto ti piaceva oppure ti veniva imposto. Ora però voglio soffermarmi solo su quello che mi faceva emozionare. Se come me hai la fortuna di riassaporare quel gusto speciale, che ti fa brillare gli occhi dalla gioia, sai di cosa parlo. 
La crostata di frutta fresca è per me quell'emozione unica, la più dolce.
Quando è nato Pietro e siamo tornati a casa dall'ospedale, Loris me l'ha fatta trovare pronta in frigorifero e la fortuna che fosse giugno ha reso tutto più piacevole grazie all'abbondanza di frutta squisita. Inutile dire che ogni volta che la preparo penso a quei momenti e a tutta la felicità che l'arrivo di un figlio porta con sé. 
Esiste per tutti noi un cibo speciale, festeggiate con lui tutte le volte che potete e godetevi il momento.
Crostata di frutta fresca

CROSTATA DI FRUTTA FRESCA

INGREDIENTI per una crostata da ø 24 cm.:

Pasta frolla:
  • 100 gr. di farina semi integrale (tipo 2)
  • 100 gr. di farina 00
  • 80 gr. di burro
  • 70 gr. di zucchero di canna
  • 4 gr. di lievito per dolci
  • 1 uovo
  • 1 bacca di vaniglia
  • 2 gr. di sale
Crema pasticcera:
  • 500 ml. di latte
  • 5 tuorli + 1 uovo
  • 170 gr. di zucchero di canna
  • 40 gr. di amido di mais
  • 1 limone bio (la scorza grattugiata)
Biscuit al limone:
  • 50 gr. di uova
  • 75 gr. di zucchero di canna
  • 60 gr. di farina 00
  • 1 limone bio (la scorza grattugiata)
  • 20 gr. di olio EVO
  • 2 gr. di lievito per dolci
     ***
  • frutta fresca (banane, fragole, mirtilli, pesche, albicocche, melone, ecc.)
  • 30 gr. di granella di pistacchi
  • 50 gr. di confettura di albicocche
PREPARAZIONE:

Pasta frolla: nella ciotola della planetaria (con la foglia) unite le farine, il lievito, i semini estratti dalla bacca di vaniglia e il burro freddo a pezzi; fate girare la macchina fino a "sabbiare" il composto, dopodiché unite lo zucchero di canna (precedentemente frullato per renderlo più fine) e l'uovo leggermente sbattuto. Appena si sarà formato l'impasto formate una palla, avvolgetela in una pellicola e riponetela in frigorifero per almeno 3 ore.
Trascorso il tempo di riposo, imburrate la teglia e rivestitele con la pasta frolla, formando un bordo di due centimetri; bucherellate la superficie e stendete un disco di carta forno riempiendolo con dei legumi secchi. Cuocete in bianco la crostata per 22-25 minuti in forno a 180°.

Crema pasticcera: in una casseruola mettete il latte con la scorza del limone e portate a bollore. Nel frattempo, in un una ciotola sbattete i tuorli, l'uovo, lo zucchero e l’amido con una frusta a mano per ottenere una crema omogenea. Dopodiché, filtrate il latte e unitelo al composto con le uova, rimettete tutto sul fuoco dolce e mescolate con una frusta fino a quando la crema si sarà addensata; spegnete il fuoco, versatela in una terrina e copritela immediatamente con pellicola trasparente a contatto, quindi fatela raffreddare in frigorifero.

Biscuit al limone: montate le uova con lo zucchero e la scorza di limone con la frusta in planetaria (o con un frustino elettrico) finché il composto avrà raddoppiato il volume. Unite l'olio EVO e la farina setacciata con il lievito in due o tre volte, mescolando con una spatola dal basso verso l’alto. Versate il composto su una teglia rivestita di carta forno per 1 centimetro di altezza. Infornate a 180° per 13-15 minuti, fino a colorazione. Lasciate raffreddare e ricavate un disco da 23 centimetri di diametro.

Assemblaggio: stendete un leggerissimo strato di crema pasticcera sul fondo della crostata, adagiatevi sopra il biscuit al limone. Riempite una sac à poche con il resto della crema pasticcera e coprite tutto il biscuit.
Lavate e tagliate a pezzetti tutta la frutta e sistematela in modo casuale sulla crema pasticcera.
Scaldate la confettura di albicocche, passatela al colino e con un pennellino lucidate la frutta, spennellate anche il bordo della crostata e decoratelo con la granella di pistacchio. 

3 commenti:

  1. Mi sembra riduttivo chiamarla semplicemente crostata di frutta, e' uno scrigno di gioielli piuttosto.

    RispondiElimina
  2. anche per me la crostata di frutta fresca è una gioia pura.questa poi è spettacolare! che voglia!!

    RispondiElimina
  3. Da vedere è davvero molto bella!!!!

    RispondiElimina

Se desideri lasciarci un commento, saremo felici di risponderti. Grazie per la tua visita.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...