giovedì 2 febbraio 2012

Zuppetta di fagioli del Purgatorio con pasta mista e cozze

Zuppetta di fagioli del Purgatorio con pasta mista e cozze

Progetti in testa tanti, cose pratiche da fare in casa e fuori troppe... il tempo fa il suo dovere: fugge veloce e ti lascia lì, appesa all'idea di essere riuscita a concludere qualcosa oggi... 
quella vocina dentro ti dice che va bene, è così per tutti... realizzi che molto probabilmente ciò che vorresti fare davvero deve attendere, fanno eco le famose priorità: chi non le scorre mentalmente appena mette i piedi giù dal letto? Uno... due... tre... Fatto.
Se riesco lo farò domani ciò che voglio, se riesco. Al massimo dopodomani, sì non posso più aspettare.
Strano a dirsi ma sapere di dover attendere un pochino per poter portare a termine una cosa, per godermi il mio telefilm preferito, per continuare a leggere il libro che attende sul comodino... mi rende felice.
Bene ora mi è tutto chiaro, mentre attendo di fare ciò che desidero sto alimentando il desiderio... soprattutto sto facendo ciò che fanno tutti, sto vivendo.
Anche questa zuppetta ha dovuto attendere, povera, non so da quanto era in lista tra il "da farsi"!
E' arrivato anche il suo momento, e bella fiera si mostra in tutta la sua bellezza... certe cose poi si gustano meglio dopo una lunga attesa;-)

Zuppetta di fagioli del Purgatorio con pasta mista e cozze

ZUPPETTA DI FAGIOLI DEL PURGATORIO CON PASTA MISTA E COZZE

INGREDIENTI per 4 persone:
  • 250 gr. di fagioli del Purgatorio
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano 
  • 1 scalogno 
  • 1 foglia di alloro
  • 500 gr. di cozze
  • 120 gr. di pasta mista
  • 2 cucchiai di olio EVO
  • 1 cucchiaino di olio all'aglio
  • sale e pepe q.b.
PREPARAZIONE:
Preparate una brunoise con carota, sedano e scalogno.
Versate il tutto in un tegame, aggiungete l'olio EVO e l'olio all'aglio, la foglia di alloro e lasciate stufare per qualche minuto; unite quindi i fagioli (lasciati in ammollo per una notte), coprite con acqua, salate e cuocete per circa 45 minuti.
Nel frattempo pulite le cozze lavandole per bene sotto l'acqua corrente, trasferitele in una padella, coprite con un coperchio e fatele aprire a fuoco vivace; filtrate il liquido di cottura, privatele del loro guscio e mettetele da parte.
Versate il liquido delle cozze filtrato nel tegame con i fagioli e regolate di sale e pepe, aggiungete la pasta e cuocetela facendo attenzione che la zuppetta sia abbastanza liquida per permettere alla pasta di cuocere. Non appena sarà cotta, unire infine le cozze.
Servire nel piatto con un filo di olio a crudo.

17 commenti:

  1. E' splendida....colori che mettono allegria ed appetito, in grado di sconfiggere il freddo gelante che ci attanaglia. Ma quanto sono simpatici i radiatori? Mi piace da matti. Un bacio, Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pat! Sì in effetti i radiatori si vedono bene... io ho utilizzato la pasta mista che rende sfiziose queste zuppe tutte coccolose, che fame!

      Elimina
  2. Che bel piatto, e non solo, immagino che il gusto sia molto sfizioso, un caldo e colorato piatto per far brillare la giornata. Ho fatto spesso i cannellini con i gamberi, ma con le cozze non ho mai provato, devo ricordarmi di questo abbinamento! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti non si trova spesso un abbinamento simile! Ho pensato che per sapere se il tutto avrebbe funzionato dovevo solo provare! Ottimo

      Elimina
  3. guarda la colgo al volo perche'con sto freddo fa proprio piacere!e sulle cose da fare...stendiamo un velo pietoso!

    RispondiElimina
  4. Stuopenda questa zuppa, scalda già con i suoi meravigliosi colori. Pesce e legumi è oltretutto un abbinamento che adoro e quei fagioli piccini piccini sono troppo simpatici. Chissà eprchè si chiamano così!!! Un bacio, buon we

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A dir il vero non lo so neppure io ma una ragione certo ci sarà, intanto non me li faccio mancare perchè sono ottimi! Bacio

      Elimina
    2. Perché sono la pietanza principale del pranzo della Confraternita del Purgatorio di Gradoli, provincia di Viterbo, zona dove sono coltivati questi fagioli.
      Il giorno delle Ceneri la Confraternita organizza un pranzo pubblico in cui sono serviti questi fagioli con riso e pesce.

      Elimina
  5. wooooooooooow che delizia! complimenti, un bacio :)
    ps: ho realizzato un nuovo concorso "Fashion Food": in premio 100 euro di shopping! Ti aspetto :)

    RispondiElimina
  6. SE ti dico che ho appena aperto il tuo blog per cercare la ricetta di un flan mi credi?! E invece mi trovo questa bella zuppetta calda, lo sai che io adoro le cozze, cosi' come i gamberi, abbinate ai ceci?! E' Ottima!
    p.s. ti rispondo presto! Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mmmh anch'io li adoro, sono i miei alimenti preferiti in assoluto!!!!!
      Con sto tempo mi devo pur tirar su in qualche modo no?
      Bacio

      Elimina
  7. Una bella zuppa calda e saporita, quello che ci vuole in questo periodo :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti il tempo mi ha invogliato, voglio l'estateeeeeee

      Elimina
  8. Ciao capito per caso nel vostro blog e devo dirla tutta: sono estasiata! La scelta delle ricette, le foto, la parte dedicata al "risotto assoluto" (io sono una risottara impenitente). Davvero complimenti! Vi seguiamo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hey piacere di conoscervi!!! Ma grazie... per noi il risotto deve essere perfetto, siamo supercritici! Riassate presto di qui ok?

      Elimina

Se desideri lasciarci un commento, saremo felici di risponderti. Grazie per la tua visita.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...