giovedì 26 settembre 2013

Risotto peperoni e acciughe

Risotto peperoni e acciughe
Dimenticate per un attimo i sapori delicati che tanto ci piacciono... ci piacciono no? Se siete donne ho più chances;-)Ah Ah!
Il "delicato" funziona, tutti lo amano, è sinonimo di bontà e raffinatezza. Mi sono accorta frequentando varie tipologie di persone che l'aggettivo "delicato" primeggia sovrano... ehm... oserei dire in ogni ambito: dalla moda ai profumi, dalla tinta da dare alle pareti al make up... non accenniamo poi alla cucina! Oh nno no no. Più una roba è delicata, tanto meglio è!
Boh, sarà... eppure detto tra noi io sto cambiando un po' musica... Quanta noia si può annidare dietro a cotanta delicatezza?? 
Parlando di cibo... più gli ingredienti sono vivaci e più io mi diverto; metterli insieme, aggiungere grinta ad un sapore già deciso di suo, permette di espandere le conoscenze del mio palato. Territorio mistico... Mi son già dimenticata di ogni sorta di romantica delicatezza;-) oi oi oi...
Ora lo dico... ogni tanto anche la cucina ha bisogno di forza, contrasti ed imprevedibilità... proprio come la vita. 
Quando tutto ritorna a scorrere veloce, gli impegni ci assillano, il caldo ci abbandona e la luce si fa sempre più desiderare, ecco che un bel risotto può cambiarci l'umore... il mio almeno Sì.


RISOTTO PEPERONI E ACCIUGHE

INGREDIENTI per 4 persone:
  • 300 gr. di riso carnaroli
  • 1 litro di brodo vegetale
  • 1 peperone rosso (grande)
  • 4 acciughe sotto sale
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • 30 gr. di burro
  • un ciuffo di prezzemolo
  • uno spicchio d'aglio
  • olio EVO q.b.
  • sale e pepe q.b.
PREPARAZIONE:
Lavate il peperone, tagliatelo a tocchetti e rosolatelo per 3-4 minuti in un tegame con un filo di olio EVO e lo spicchio d'aglio. Salate, pepate, unite un bicchiere di brodo vegetale e fate cuocere a fuoco dolce per dieci minuti.
Lavate il prezzemolo e frullatelo con il minipimer, unendo a filo dell'olio EVO fino ad ottenere una salsa omogenea.
Lavate con acqua e aceto le acciughe, asciugatele con carta assorbente, dividetele in due, togliete la lisca centrale e tagliate i filetti a pezzetti.
A cottura ultimata del peperone, eliminate l'aglio e riducetelo in crema con un frullatore.
Fate tostare il riso in una casseruola calda e portatelo a cottura unendo il brodo vegetale poco per volta; 5 minuti prima della cottura del risotto unite la crema di peperone. Dopodiché spegnete il fuoco, regolate di sale, mantecate con il burro freddo e fate riposare il risotto coperto per tre minuti. Disponete il risotto nei piatti di portata, adagiate sopra alcuni pezzetti d'acciuga e terminate con la salsa al prezzemolo.

venerdì 13 settembre 2013

Filetto di orata con salsa di grissini, capperi e olive

Filetto di orata con salsa di grissini, capperi e olive
Questa è una delle ricette che preparo quando voglio stupire qualcuno... ..ma chi sto prendendo in giro? Diciamo che è quella che preparo al volo quando stanca e di corsa non ho tanta voglia di star lì ai fornelli... farla lunga sul "secondo piatto che fa il botto e sembra pensato all'occasione" proprio non mi sconquinfera di sti tempi. Sarà, ma troppe cene ragionate hanno fatto saltar fuori il lato peggiore migliore di me... "sto scialla" direbbe qualcuno;-)


A tutti Voi un grande K I S S 
(tradotto)
KEEP IT SIMPLE STUPID 

n.b. bonariamente s'intende! eh eh...


Filetto di orata con salsa di grissini, capperi e olive

FILETTO DI ORATA CON SALSA DI GRISSINI, CAPPERI E OLIVE

INGREDIENTI per 4 persone:
  • 4 filetti di orata
  • 150 gr. di bietoline
  • 40 gr. di olive Taggiasche
  • 15 capperi dissalati
  • un ciuffo di prezzemolo
  • ½ limone (la scorza grattugiata)
  • olio EVO q.b.
  • sale e pepe q.b.
Salsa di grissini:
  • 50 gr. di grissini
  • ½ scalogno
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • ½ litro di brodo vegetale
  • olio EVO q.b.
  • sale q.b.
PREPARAZIONE:
Fate soffriggere in una casseruola lo scalogno tritato con un filo di olio EVO. Unite i grissini spezzettati grossolanamente, sfumate con il vino bianco e coprite con il brodo. A cottura ultimata (circa 10 minuti), frullate tutto con il minipimer e tenete in caldo.
Tritate con un coltello le olive, i capperi, il prezzemolo. Amalgamate tutto in una ciotola, unite la scorza grattugiata del limone, un filo di olio e tenete da parte. 
Eliminate con un paio di pinzette le spine dai filetti di orata, sciacquateli velocemente, asciugateli molto bene e divideteli in due parti. Scaldate un filo di olio EVO in una padella antiaderente, adagiate i filetti dalla parte della pelle e cuoceteli a fuoco vivace per 2-3- minuti. Salate, pepate e girateli; spegnete il fuoco e lasciateli ancora 2 minuti nella padella.
Eliminate le coste dalle foglie delle bietoline, lavatele e cuocetele in acqua bollente salata per 5 minuti. Raffreddatele immediatamente in acqua e ghiaccio, asciugatele e fatele saltare velocemente in una padella con un filo di olio EVO, uno spicchio d'aglio e un pizzico di sale.
Stendete un velo di salsa di grissini sul piatto, aiutandovi con un coppa pasta sistemate al centro alcune foglie di bietoline, adagiate sopra i filetti di orata e completate con una piccola quenelle formata con il trito di olive e capperi.

martedì 3 settembre 2013

Insalata di fichi

Insalata di fichi
Si ricomincia. Ultimi sprazzi d'estate, i rientri e le città nuovamente affollate, l'inizio della scuola alle porte, tutto ci comunica che è tempo di ripartire. C'è una sorta di rinascita che il mese di settembre porta con sé... nuovi propositi, corsi da frequentare, iscrizioni in palestre... persino la tv sembra apparire più interessante (e chi se le perde le nuove stagioni dei telefilm preferiti in arrivo proprio ora?? Il contentino dopo una stressante giornata di lavoro. C'è una qualche forma di giustizia dopo tanta fatica). Chi odia la tv non me ne voglia, confesso di accenderla anch'io solo dopo le 21... e poi tanti libri in uscita -oh mamma quanti ce ne sarebbero che vorrei divorarmi in pochi giorni-. Faccio spazio sul comodino, io uno per volta mai... due, tre insieme...
E' così, inizio ad apprezzare questo periodo dell'anno più di quanto non fosse in passato. Ma quant'è bello passeggiare per strada e vedere le luci dei negozi accese, i lampioni che illuminano le strade... forse l'ho letto da qualche parte non so... ma è un'immagine ferma nella mente, a settembre; 
E poi ancora... September Morn. Ho conosciuto una persona speciale. 
Ma visto che qui si dovrebbe disquisire di cibo ed annessi, cosa rende le giornate di settembre più dolci ed intriganti a tavola? I fichi, nella mia lista del cuore. Meravigliosi. Tutti. L'ultimo sapore di energia di questa inebriante estate.
"Voglio vivere cosìiiiii, col sole in fronte... e un fico nel piatto."

Insalata di fichi

 INSALATA DI FICHI

INGREDIENTI per 4 persone:
  • 8 fichi 
  • 100 gr. di prosciutto crudo dolce
  • 100 gr. di Parmigiano
  • 10-12 pomodorini ciliegino
  • 50 gr. di rucola 
  • 1 cucchiaio di aceto balsamico
  • 50 ml. di olio EVO
  • sale e pepe q.b.
PREPARAZIONE:
Tagliate a cubetti il Parmigiano, i fichi in due o quattro parti e metteteli in una terrina con la rucola ed i pomodorini ciliegino; mescolate con cura e ripartite l’insalata in quattro piatti unendo due o tre fette di prosciutto per ogni piatto.
Preparate la vinaigrette emulsionando con un frustino l'olio EVO, l'aceto balsamico, il sale e il pepe; distribuitela sull’insalata e servite.

Se volete potete aggiungere qualche cubetto di pane leggermente tostato, per dare una nota croccante al piatto.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...